Attrezzature

Posted by wd | novembre 29, 2013 0
Lago di Guerino Morselli. Esempi di stampi di Moriglione "terribili". Ed Oche canadesi..

Lago di Guerino Morselli. Esempi di stampi di Moriglione “terribili”. Ed Oche canadesi..

 

Ps: si lo so che il “ps” non si mette all’inizio ma…molti di voi magari di questo scritto non se ne faranno nulla, ma avendo tra i Quackers molti neo licenziati, si parla proprio di tutto anche delle cose più scontate,che a volte però non lo sono….la caccia a prescindere non sarà mai una scienza esatta.

In questo articolo scambieremo due parole sulle attrezzature usate più o meno dai cacciatori di acquatici in Italia e all’estero.

Calcolando la diversità di territorio che divide le varie zone di caccia in Italia, iniziamo a parlare della caccia nei chiari,(dicesi “chiaro”,termine romagnolo e non solo, zona di acqua ferma ).

Se ne vedono sempre di tuti i colori e fino agli inizi del 2000 c’era una cosa che ,non si vedeva per niente…il famoso papero ad ali rotanti, che tutti chiamano MOJO indifferentemente dalla marca reale del prodotto.

Gli americani ,come sempre, sono stati i primi a presentare questo marchingenio infernale,(si sappia però che da loro il vivo non è ammesso, non chiedetemi il perché, lo ignoro) ,quindi i primi Edge Expedite (il nome del papero è LUCKY DUCK)e da li è partita la guerra a colpi di anatrone con lo MOJO OUTDOORS (in questo caso il nome del papero interessato è mojo e baby mojo).

A mio modestissimo parere, se si guarda pure in natura, (ricordo a tutti gli iscritti di guardare le foto e i filmati , nostro canale YouTube: Quackers Italia, magistralmente effettuate dal nostro esperto Guerino Morselli) l’Edge è più simile ,con le zampe unite,al germano in atterraggio, mentre la Mojo in tutti i suoi modelli, sembra più un’anatra pronta a mettersi in terra più che in acqua (io li uso entrambe).

Ma a prescindere dai modelli e dalle zampe, tranquilli il papero all’inizio della stagione è attratto da quello che è il movimento rotatorio delle ali, e non certo per quella testa stile semaforo che gli disegnano i cinesi ,papero curioso eh?….(cinesi,perché sono fatti tutti in cina,naturalmente).

Quest’anno ho cambiato un po della mia attrezzatura, non tanto perché datata, anche perché era materiale ancora nuovo (come tutte le cose bisogna tenerle con cura e bene) ,ma bensì perché tra consigli di amici e prove sul campo, ho notato un certo interessamento ,anche in tempi avanzati della migrazione, a quelli della edge (pubblicità occulta? No…proprio una esperienza personale) ad ali battenti,il FLYER,ora infatti ne posseggo 3, 1 maschio,1 femmina (in arrivo entro l’anno acquistato in America) e una alzavola maschio…oltre ad avere ancora 1 alzavola mojo ali rotanti e 1 baby mojo ridipinto da un caro amico, che li rende vivi al termine di ogni stagione, a canapiglia femmina.

Una parola anche su un altro articolo che secondo me merita, il Mojo Floather, praticamente il germano in posizione eretta ad ali rotanti, fissato su una ciambella nero opaca galleggiante, dove dentro ci è ospitata la solita batteria a 6 volt.

Questa è realmente un’arma letale per i tuffatori Moriglione e Moretta (dove la si può ancora cacciare, ricordo che in Emilia Romagna è stata messa protetta).

Certo chiari da tuffatori, non ce ne sono molti (in Emilia si prelevano più alzavole e pazzet e germani e sizòn),quindi con acqua bassa, bassissima, ma questo non vuol dire (come dichiara Ispra & c.) che la specie sia in sofferenza, semplicemente loro sanno bene che non c’è habitat e hanno cambiato rotta di migrazione, o semplicemente non si fermano più,a parte in certe zone vicino al mare con chiari da 6 metri di acqua e guarese sul fondale (alga della quale i tuffatori sono ghiotti).

Ma torniamo al Flother della MOJO….

Si ,questo arnese infernale ha un potere calamitante sui tuffatri i quali si chiudono a coppo fermandosi in adorazione davanti ad esso, cosa vista con i miei occhi.

Infatti la sua posizione ,chiamiamola in itagliese, eretta goffa, fa si di assomigliare perfettamente a un Moriglione che si asciuga le ali , sfrullandole ,cosa che fa, in branco regolarmente, visto che necessita di avere le ali ben asciutte per sfuggire meglio al pericolo e per raggiungere le altre quote,(ecco l’importanza di guardare e osservare la natura a riposo),per poter cogliere tutte le sfaccettature appunto della vita dei selvatici in assoluta tranquillità.

Quindi in un chiaro con acqua alta, dove sono improponibili pali alti 7 metri per un papero a corpo intero, molto più comodo e funzionale il Floather della MOJO, perché (magari con l’accorgimento di ridipingerlo a moriglione, come colorazione), in un lago da tuffatori questo non può mancare.

Naturalmente non si può non menzionare i più piccoli,(parliamo di reali dimensioni) la piccola alzavola ad ali rotanti della mojo (TEAL) da molto più tempo sul mercato, poi la stessa alzavola ma della Edge Expedite,sia ad ali rotanti che ad ali battenti (e questa a ali battenti a me piace un totale) per terminare con la canapiglia ( Gadwall) sia ad ali rotanti della Mojo (in dotazione anche l’intermittenza delle ali, che per me non serve a niente nella canapiglia ,ma la vedrei meglio sul floather) quella della Edge sia ad ali rotanti ,sia ad ali battenti…e questa (nella quale io credo molto) sarà il mio ultimo regalo per l’attrezzatura definitiva e chiudere il cerchio con le anatre ad ali battenti.

Per quello che riguarda invece la stamperia,o si vuole staccare un cospicuo assegno con il materiale della Avery (Green Head Gear) estremamente realistico e caro o si rimane su case un pò più nostrane, anche se i colori e la posizione del corpo lasciano il tempo che trovano, a volte mi sono chiesto certe aziende italiane, cosa guardavano mentre sceglievano il colore dello stampo…esempio….dell’alzavola (l’ultimo visto, un azzurrino cielo per il corpo ,manco fosse radioattivo)…

Sulla posizione del corpo, purtroppo personalmente….ritengo proprio quella dell’anatra 2 secondi prima di darsi alla fuga, quindi non so fino a che punto….corretta, non per niente gli americani hanno stampi con testa girevole e a prescindere sempre girata o posizionata non in modo standard.

Oppure si comprano stampi anche usati e poi ci si affida a un buon maestro e si fanno ridipingere…..esempio si portano in romagna da chi come Oviedo vive la caccia a 360° e arriva alle sfumature più realiste di tutte le specie cacciabili.

QUACKERS!!!
IT’S QUACK TIME

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Caccia

Springel-spaniel

A caccia con i Labrador Retriever

Posted on set 15, 2014 in Caccia | no responses

1

Cani da palude

Posted on ago 11, 2014 in Caccia | no responses