Cassette Nido

Posted by wd | dicembre 17, 2013 6

allevamento richiami
Cassette nido a chicane

Anche se la stagione della riproduzione delle nostre amate possa sembrare ancora abbastanza lontana ben presto ci ritroveremo a dover scegliere quali soggetti fare accoppiare tra loro e preparare i vari siti ,box, recinti per le coppie prescelte.

Una cosa importantissima sono le cassette nido, queste devono essere possibilmente posizionate in un luogo tranquillo, integrate nella vegetazione, protette dal sole e con l’entrata all’opposto dei venti predominanti ed in numero superiore alle coppie presenti nel vostro parco.

Io prediligo le specie selvatiche (alzavole ,fischioni, codoni ecce cc) e per le specie ornamentali le cassette nido a chicane (come le chiamano i francesi), altro non sono che cassette nido con la zona di cova spostata rispetto all’ingresso ,in questo modo l’anatra non vedendo l’esterno ,cova indisturbata e altra cosa importantissima è che grazie a questo accorgimento sarà molto meno soggetta a predazione del nido soprattutto da parte dei corvidi, se lasciamo covare anatre all’aperto in zone troppo tranquille ,queste subiranno quasi inevitabilmente la predazione del nido da parte di cornacchie, gazze, ratti & company.

Io costruisco queste cassette in compensato, sollevate da terra dai 10 ai 40 cm a seconda della specie per mezzo di un picchetto.

Ad esempio le cassette poste più in alto sono dedicate generalmente alle anatre mandarine o spose le quali in natura nidificano nelle cavità degli alberi ad altezze di tutto rispetto.

Modificando il foro di entrata è possibile inoltre dedicare la cassetta nido per specie, ad esempio, un foro di diam 10 cm è indicato per alzavole e fischioni, mandarine e spose escludendo intrusioni di specie più grandi.

L’entrata la rendo raggiungibile per mezzo di una rampa anch’essa di legno,resa ruvida praticando solchi trasversali sul piano di salita in quanto potrebbe diventare scivolosa in caso di pioggia, fango trasportato dagli animali, deiezioni.

All’interno metto sul fondo un po di sabbia, terriccio o torba per conservare meglio l’umidità la quale risulta importantissima per lo sviluppo dell’embrione e per la schiusa successiva dell’uovo, aggiungo poi fieno abbondante, la paglia risulta essere troppo dura e quindi poco confortevole durante la cova.

Una bella verniciata all’esterno con impregnante renderà la nostra cassetta nido protetta per lungo tempo.

QUACKERS by Roberto Segala

cassetta-uccelli

COSTRUZIONE GABBIE A CHICANE

6 Responses

  • cercate sempre di trattare con i guanti i vostri ausiliari,troverete sicuramente dei benefici enormi.

  • chi sa dirmi quale potrebbe essere un’ottima alimentazione in questo periodo, visto che hanno iniziato a perdere le piume e ormai si prepareranno per le cove…

  • Per inizio riproduzione esistono mangimi in pelletts appositi arricchiti con proteine e vitamine , io utilizzavo il belga marca Teurling che reperivo in Lazio , oppure da noi si trova anche il Versele-Laga altra ottima marca di mangimi per ornitologia .Attualmente uso un pellet per anatre prodotto da Veronesi al quale aggiungo frumento e sorgo .Comunque per una buona riproduzione soprattutto per le selvatiche è bene utilizzare mangimi specifici per riproduzione .
    Ciao

  • sopratutto quando si son fatti vecchi

  • Confermo anch’io utilizzo quello della Veronesi i pellet mescolato con sorgo (a volte) e ho dei richiami spettacolari tutto l’anno e le penne sono sempre in perfetta forma. Ovvio che oltre al mangime partecipa molto anche il fatto che abbiano a disposizione acqua a volontà….il top secondo il modesto parere, sarebbe quello di poter aver un sito dove stazionino di più nell’acqua che su terra ! Però, già come sono riuscito ad attrezzare la voliera io, con due vasche interrate da circa 1 x 1 profonde 30/40 cm. ritengo sia sufficiente.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.