la leptospirosi

Posted by wd | settembre 28, 2016 0

leptospirosi

La leptospirosi è una grave malattia che colpisce il cane ed altre specie animali compreso l’uomo, risultando una zoonosi, quindi la vaccinazione regolare dei cani risulta essere di fondamentale importanza.

la leptospira è un batterio che vive nelle acque calde e stagnanti ma che ha il suo principale serbatoio nell’urina dei topi che,essendo resistenti,non si ammalano ma la veicolano. È presente in italia con almeno quattro sierotipi e molti di più nel mondo (L.Interrogans, L. Hicteroemmorragie,L. Pomona,etc) ed è causa di una malattia che,oltre a provocare danni al patrimonio zootecnico (suini e Bovini),risulta anche una malattia professionale per diverse categorie di lavoratori, non ultimi i Vets.

la malattia causata da questo batterio si può contrarre, nell’uomo come negli animali, per TRASMISSIONE DIRETTA cioè con contatto su mucose o lesioni anche superficiali cutanee di urine dei topi (sono il serbatoio principale, a Roma la chiamavano la “malattia dei fiumaroli”, gente che viveva o lavorava lungo il Tevere) o di cani infetti (i cani malati, anche dopo la guarigione, continuano ad eliminare batteri ancora perfettamente patogeni con le urine!!). Inoltre, negli animali, ci può essere anche il contagio venereo o trans-placentare.

C’è poi la TRASMISSIONE INDIRETTA, cioè con acque, lettiere, cibo, etc contaminati.
la Leptospira muore alle basse temperature, dallo zero termico in giù ed è per questo che la tarda estate e l’autunno sono i periodi più pericolosi.
la sintomatologia viene rapportata alla forma, che può essere IPERACUTA, con morte del soggetto in 24\36 ore, una forma ACUTA, sempre gravissima e la forma SUBACUTA che può cronicizzare.

I sintomi sono vari e diversi ma voglio solo dire che un cane che inizia a RIFIUTARE IL CIBO deve essere sempre fatto visitare il giorno stesso o al massimo il seguente perchè il rifiuto del cibo è quasi sempre sintomo DI FEBBRE ALTA, all’inizio spesso, quasi sempre, unico sintomo iniziale della Leptospirosi come di altre malattie comunque  gravi.

la DIAGNOSI DI CERTEZZA si ha con una serie di analisi di laboratorio anche se i sintomi, quando noi vets riusciamo a conoscerli con l’anamnesi recente e la visita clinica, sono spesso molto esaustivi permettendo l’inizio delle terapie specifiche (Penicilline) e di sostegno per i gravi danni che il batterio provoca agli organi interni, soprattutto fegato e reni.

Diventa quindi FONDAMENTALE LA PROFILASSI, SOPRATTUTTO QUELLA DIRETTA MA ANCHE QUELLA INDIRETTA.

Per la profilassi DIRETTA la VACCINAZIONE deve essere per lo meno ANNUALE ma anche, nelle zone o negli animali più a rischio (cani da palude per es.), SEMESTRALE (io ai miei cani la faccio ogni 6 mesi… ho il terrore di questa malattia…) ed effettuata con i moderni vaccini che immunizzano contro almeno 4 dei sierotipi presenti di Leptospira. Inoltre la somministarzione di penicelline ai cani conviventi con uno malato (ma anche ai proprietari) è altamente raccomandata.

la profilassi INDIRETTA prevede un controllo dei serbatoi (ratti e roditori in generale) quindi una lotta continua e senza quartiere a questi e l’uso di protezioni (guanti in lattice,mascherine,etc) nella manipolazione di soggetti ammalati o sospetti anche se purtroppo i sintomi caratteristici si hanno solo dopo qualche tempo dall’inizio della malattia.

Foto0004

Dr. Francesco Putini DVM
Ambulatorio Veterinario “Riano”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Veterinaria